7 fantastici motivi per somministrare aglio ai polli

0
7919

Aglio per polli è considerato un superfood?

Gli antichi egizi già usavano l’aglio come medicinale ed è ancora ampiamente tutt’oggi usato come integratore per la salute. E se aggiungessimo quest’ortaggio al mangime dei nostri polli?

Si dice che nei paesi europei dove questo ortaggio è consumato in grandi quantità dalla popolazione, hanno un minor rischio di cancro e hanno meno probabilità di soffrire di malattie cardiache.

Infatti anche i nostri antenati allevatori di polli, hanno addirittura dato alle loro galline aglio crudo per curare malattie e problemi respiratori per centinaia di anni, se non di più, ed anche la dimensione e la qualità delle loro uova, sostengono alcuni, aumentano. Inoltre, dopo alcune settimane, l’ammoniaca degli escrementi diminuirà, determinando un odore meno sgradevole nel pollaio.

I composti antimicrobici allicina e alluce tina dell’aglio vengono rilasciati durante la frantumazione. Questo fu scoperto da Louis Pasteur nel 1858. È stato dimostrato che è altamente efficace contro i batteri patogeni.

Nonostante ciò, alcuni sostengano che l’allicina sia un efficace repellente per l’acaro rosso ectoparassita a causa del sapore del sangue del pollo, infatti ho visto in giro alcuni prodotti e rimedi contro l’acaro rosso a base di aglio.

Questo ortaggio è un modo semplice ed economico per mantenere la salute delle galline e offre numerosi vantaggi per la salute sia delle persone che per gli animali. Dunque la domanda è: sarà dannoso dare l’aglio ai polli? Ho passato un pò di tempo a esaminare come ha influito sulle galline, e oggi vorrei condividere la mia esperienza in questo articolo.

I polli Possono Mangiare l’aglio?

Quindi si questo ortaggio lo possiamo somministrare ai polli ed è vantaggioso se consumato però con moderazione come parte di una dieta equilibrata. L’aglio per i polli rafforza il loro sistema immunitario, migliora la salute respiratoria, parassiti intestinali e si ritiene inoltre che dissuada acari, pidocchi, zecche e altri parassiti da animali che consumano regolarmente aglio.

Evitiamo però di somministrarlo in eccesso, quindi tieni d’occhio il consumo ad alto contenuto di aglio. Per sopravvivere, i polli richiedono una dieta ben bilanciata e che contenga le proporzioni ideali di macronutrienti (proteine, carboidrati e grassi) e micronutrienti (vitamine e minerali). Il cibo in eccesso non è mai buono.

L’aglio è da non confondere con le cipolle, non è un membro della famiglia delle cipolle, la sua composizione è completamente diversa.

Esaminiamo i vantaggi dell’aglio per la salute dei polli:

  • Aumento della funzione immunologica

Alcuni tipi di globuli bianchi nel corpo hanno dimostrato di rispondere in modo più aggressivo ai virus quando esposti a consumi regolari di aglio.

L’aglio si può considerare una buona prevenzione “medicina naturale” per le tue galline, li aiuterà a combattere eventuali batteri, virus o altre malattie che possono essere presenti nel loro ambiente anche se sembrano stare bene.

Riduce l’odore del letame

Uno studio della Clemson University (in california) ha scoperto che nutrire i polli con l’aglio diminuisce efficacemente l’odore del letame nel pollaio, senza alterare il sapore delle uova, e fornisce protezione virale.

Questo componente ha dimostrato di avere attività antivirale contro i virus che causano colera, colibacillosi e salmonellosi.

Polli Sottopeso o non disposti a mangiare

I polli sottopeso o non disposti a mangiare più di tanto, l’aglio può aumentare il loro appetito, inoltre, promuove uno sviluppo sano ed è un eccellente aiuto digestivo, aiutando i polli a ottenere la massima quantità di nutrienti dal cibo che consumano. Si pensa proprio che questo ortaggio aumenti la fame e aiuti nella crescita delle tue galline.

Protezione dai parassiti

Dicono che l’allicina dell’aglio renda il sangue dei polli insapore per gli acari e altri parassiti. Prova ad usare questo ortaggio come prevenzione naturale degli acari, se lo preferisci.

Minerali e vitamine

Oltre a tutti questi vantaggi, l’aglio è una ricca fonte di vitamine e minerali. Inoltre, il rapporto tra calcio e fosforo è molto buono, è noto anche per essere una grande fonte di vitamina C, manganese, selenio e vitamina B6 (piridossina). Sono presenti anche una buona quantità di calcio, potassio, ferro e rame.

Si dice anche che questo piccolo ma potente ortaggio aiuti le galline a produrre uova più grandi e di qualità superiore con colesterolo meno dannoso.

Il valore dell’aglio per i polli

Anche se l’aglio è un prodotto naturale, dovresti comunque somministrarlo adeguadamente al cibo dei tuoi polli e testarne prima una piccola quantità per volta.

Ecco alcune possibili applicazioni con l’aglio:

  • Per piccoli graffi e tagli, puoi provare a usare l’aglio come antibatterico sulla pelle del tuo uccello.
  • Se incluso nella dieta, può migliorare il microbioma del tratto digestivo, rendendolo meno invitante per i parassiti (vermi).

Tuttavia, devo sottolineare l’importanza di benefici che offre per prevenire i vermi nei polli, e che garantisce un buon successo per una strategia di sverminazione naturale. Ovviamente non è pensato per trattare le infezioni infestate e come trattamento invasivo da vermi. Sebbene molti allevatori di polli lo credano, ma sono stato in grado di scoprirlo personalmente e chiedendo a dottori esperti.

Un metodo antico l’aglio, ricordo mio nonno che già lo usava lui negli anni (50 – 1950) e che mi ha sempre raccontato (perchè io non c’ero in quegli anni) e diceva lui stesso che metodi ancora antichi formulavano una soluzione forte di aglio schiacciato per le galline.

  • Alcuni studi hanno trovato che può ridurre la prevalenza degli acari del pollo, e può essere usato per prevenire i parassiti.
  • Schiacciare alcuni spicchi d’aglio e aggiungerli all’acqua di abbeveraggio dei polli, crea un tonico che può aiutare a rafforzare il loro sistema immunitario.
  • L’inalazione di vapore infuso con aglio (fresco) è benefico per il sistema respiratorio.
  • Per il metodo di inalazione se ne avete bisogno, potete optare per una gabbia o una scatola capiente, coprite la parte superiore ma senza soffocare i polli, e mettere all’esterno della gabbia sotto, una ciotola fumante con il preparato. Come espettorante, questo può aiutare la respirazione e i potenti componenti antinfiammatori arriveranno direttamente ai polmoni per fare il loro lavoro.

Come somministrare l’aglio nella dieta dei polli

Puoi nutrire le tue galline con aglio in diversi modi. Per determinare cosa funziona meglio per te e il tuo pollaio, potrebbe essere necessario sperimentare un pò se stai usando questo ingrediente per la prima volta. È meglio introdurre l’aglio alle galline mentre sono giovani in modo che possano abituarsi al sapore.

I polli non dovrebbero avere problemi a consumare acqua fresca con spicchi di aglio schiacciato, una volta che sono stati abituati al sapore, o addirittura mangiare l’aglio insieme al loro cibo abituale.

I polli più anziani che non hanno mai consumato questo ortaggio prima, hanno maggiore probabilità di consumarlo se viene miscelato nel loro mangime.

Questo ortaggio può anche essere applicato sulla pelle per curare piccole ustioni e applicato alle gambe per allontanare parassiti come l’acaro.

Uso di aglio in polvere

Se vuoi introdurre l’aglio nella dieta del tuo pollaio, l’aglio in polvere è l’opzione più semplice e universalmente ben accolta.

L’aggiunta di non più dell’1% di aglio in polvere alla dieta di una gallina ha aumentato sia la velocità con cui le galline depongono sia la qualità, compreso il peso, delle loro uova, contrariamente alla credenza popolare che l’aglio in polvere manca della potenza e dei benefici per la salute diversamente da quello fresco.

  • Questo studio è stato pubblicato sull’International Journal of Poultry Science.

Purea di aglio fresco in acqua

La frantumazione dell’aglio fresco rilascia allicina, un amminoacido nell’aglio pensato per fornire i benefici per la salute sopra elencati. L’aglio può essere rapidamente schiacciato e sbucciato usando anche una pressa per aglio che si trova a basso prezzo.

L’aggiunta di uno spicchio d’aglio schiacciato per quattro litri di acqua è la quantità raccomandata per fornire ai polli i vantaggi per la salute e contribuire alla riduzione dell’odore degli escrementi del pollo.

Può capitare sempre che a qualche gallina schizzinosa non piace. Quindi non sopraffare con l’aglio in una sola volta se sembrano riluttanti a bere acqua con aglio.

È meglio evitare di conservare aglio o aceto di mele in contenitori d’acqua come l’acciaio zincato. Vi consiglio vivamente di non usare abbeveratoi in metallo come zinco etc. L’acciaio zincato sarà lisciviato dall’aglio, e che potrebbe essere dannoso per l’uomo.

Aglio fresco schiacciato a libera scelta per polli

Puoi fornire loro spicchi d’aglio freschi schiacciati in un piccolo piatto, a libera scelta per loro.

Poiché l’aglio schiacciato perde il suo valore nutrizionale dopo sole 24 ore, si consiglia di somministrarlo subito appena schiacciato ogni volta che si desidera integrarlo. Poiché l’allicina nell’aglio viene distrutta dopo la cottura, è meglio nutrire l’aglio crudo ai tuoi polli.

Dovresti considerare anche l’aggiunta di un pò di aceto di mele ai tuoi polli come integratore. Se usato con moderazione, l’aceto di mele può aiutare a mantenere il tui polli sani e forti. Potete aggiungere un cucchiaino per litro d’acqua per gli adulti, uno ogni 5 litri d’acqua per i pulcini, un paio di volte al mese.

Quanto aglio dovrei nutrire ai miei polli?

Ricordati che la moderazione è fondamentale quando decidi di somministrare aglio ai tuoi polli.

Quando somministri aglio ai polli, tieni a mente i seguenti consigli:

In acqua di abbeveraggio: 1 spicchio schiacciato per litro d’acqua ogni 15 giorni.
Da mangiare fresco: tagliare a pezzettini uno spicchio 1 volta a settimana od ogni 15 giorni. Poi ovviamente a seconda di quanti polli avete, e capisco bene che sarebbe difficile se ci sono tante galline spezzettare e dare qualche spicchio per gallina, ( a voi la scelta).
Quindi se avete un bel pò di capi, forse il modo più semplice per aggiungere aglio alla dieta delle tue galline è probabilmente l’aglio in polvere, che è anche il più apprezzato dai polli che non hanno mai mangiato l’aglio prima.

Questo è il metedo che uso anche io ad oggi per facilitare e velocizzare la somministrazione dell’aglio nella dieta delle galline, è quello di mescolare circa 1/4 di cucchiaino di aglio in polvere per circa 1kg di mangime.

Quindi l’aglio è dannoso per i polli?

Anche se alcune persone pensano che l’aggiunta di aglio per la dieta dei polli renderà le loro uova il sapore di aglio, ma non è così, anzi lo migliora, e questo ortaggio non rappresenterà alcun rischio per i polli.

Per cambiare il gusto, dovresti nutrire le tue galline con moltissimo aglio. Il tiosolfato, una sostanza presente in questo ortaggio, è noto per interrompere i globuli rossi, e in dosi elevate, potrebbe causare ittero o anemia.

L’aglio contiene tracce di questa sostanza, ma mai abbastanza da mettere in pericolo i tuoi polli, soprattutto se andiamo moderati. Mentre le cipolle, tuttavia, sono dannose per le galline a causa delle quantità significative di questa sostanza.

Conclusione

Diversi studi hanno dimostrato che dare aglio ai polli migliora significativamente la loro resistenza alle malattie. Quindi puoi somministrare l’aglio nella dieta dei polli o mescolarlo nella loro acqua in modo che lo bevano, come spiegato sopra.

Per i vermi possono ancora essere un problema anche se usi l’aglio. E come scoperto in alcune ricerche che fornire aglio ai polli può migliorare il sapore delle loro uova.

Noi allevatori di pollame vogliamo fare tutto il possibile per garantire che i nostri uccelli abbiano una vita lunga e sana. Quindi puoi vivamente pensare di dare l’aglio ai tuoi polli come spiegato.

  • Tengo a precisare che l’aglio è un buonissimo metodo benefico e naturale di prevenzione per i polli, ma non è un metodo curativo, tuttavia vale però la pena iniziare ad integralo nella dieta delle tue galline.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome