7 semplici modi per mantenere freschi i polli durante il caldo estivo

0
1593

L’estate è un periodo critico per molti animali, incluse le nostre galline, soprattutto dove le temperature superano i 40°C per lunghi periodi. Durante il caldo estivo, questo aumenta il rischio di stress e malattie legate al troppo caldo per i polli, e può causare anche la morte. Un’ondata di caldo del genere è una cosa che dobbiamo provvedere.

Il grado di stress da calore può anche peggiorare per una serie di fattori, tra cui il ricovero, la dieta e la razza del pollo. Le razze di pollo più pesanti possono iniziare a surriscaldarsi e soffrire di caldo già intorno 30°C. D’altra parte, le razze di pollo più piccole e leggere generalmente lo soffrono meno.

Possiamo dire che i polli sopportano abbastanza bene i cambiamenti di temperatura, ma sopportano le temperature fredde meglio di quelle calde. Il grasso corporeo di un pollo, che si trova sotto la pelle, e il loro caldo mantello piumato li proteggono meglio dalle basse temperature, ma li rende poco affezionati alle temperature calde.

Come rilevare i segni di stress da calore nei polli

I polli non possono sudare per rinfrescarsi, loro dissipano il calore in eccesso dalle loro creste, bargigli, becco e piedi (se non impiumati). Ovvero, qualsiasi superficie che non sia coperta dalle loro piume. Pertanto, le razze di polli con grandi creste e bargigli sono in grado di raffreddarsi meglio rispetto a quelle di dimensioni più piccole.

 

I polli stanno bene quando fa caldo? Possono esserlo se prendiamo le dovute precauzioni quando le temperature aumentano drasticamente. I polli sottoposti a stress da caldo mostreranno segni di:

Alcuni segni dimostrativi di stressa da caldo.
  • Becco aperto
  • Ansimante (respirare affannosamente)
  • Ali lontane dal corpo

I polli che sono più anziani o in sovrappeso lottano di più in un’ondata di caldo.

Lo stress da calore è più comune in alcune razze pesanti come Orpington, Brahma, Australorp etc.. Questi polli hanno bisogno di cure extra in estate.

  • Mantienili con una dieta sana e bilanciata, per ridurre il rischio di stress da calore.

Come mantenere i polli al fresco durante un’ondata di caldo

1. Fornire acqua fresca e pulita

Sapevi che gli uccelli si rifiutano di bere acqua calda? Preferirebbero restare senz’acqua. Quindi, è fondamentale mantenere la loro acqua fresca nelle giornate calde.

Disolito non sono amanti di beverini tipo nipple (capezzolo) durante i periodi di caldo estremo. Sono semplicemente troppo impegnativi per mantenere la calma, alcuni studi riviste, suggeriscono che il gregge berrà meno nel complesso in questo tipo.

Posiziona gli abbeveratoi all’ombra o sotto gli alberi. Se usi questi abbeveratoi come qui sotto in foto, puoi anche congelare tipo le vaschette del gelato, o bottiglie se fai fatica a mantenere l’acqua fresca, ed iserirle nei serbatoi/abbeveratoio (ma non ghiacciatissima, ad esempio io uso una bottiglia da 1 Litro per un abbeveratoio da 20 litri o due in 30).

 

Metodo che uso per rinfrescare l’abbeveratoio da 30 litri
2 bottiglie da 1 litro ghiacciate nell’abbeveratoio da 30 litri

 

Se l’impianto idrico dei tuoi polli è automatizzato, non dimenticare i tubi di collegamento, che possono essere bollenti durante le ore più calde della giornata, quindi se così, fai scorrere acqua dai tubi, finchè non arrivi quella fresca.

Quali abbeveratoi usare?

Io uso abbeveratoi e serbatoi sia da 20 che 30 litri situati all’esterno del pollaio nei punti all’ombra e più freschi del giardino, poi ho anche serbatoi con impianto a caduta e abbeveratoi a vaschetta, e metto dentro bottiglie congelate per raffrescare l’acqua, (come sopra raffigurato). Mentre nei serbatoi con impianto a caduta faccio poi passare dopo 10 minuti dall’inserimento delle bottiglie di ghiaccio acqua che si è raffrescata dai tubi che si erano fatti caldi, questo io lo faccio due volte al giorno (pechè ho problemi idrici di fonte principale in zona e l’acqua è spesso sempre calda in questi periodi).

Quando l’acqua è fresca negli abbeveratoi a vaschetta gli uccelli possono anche schizzarci dentro i loro bargigli, perchè questo per loro è di un certo sollievo in questi periodi.

2. Controllare il flusso d’aria del pollaio

Per i polli in un’ondata di caldo, il corretto flusso d’aria attraverso il pollaio è fondamentale. Non solo per la gestione del calore, ma anche per la gestione dell’ammoniaca e della salute respiratoria.

I pollai chiusi e con poco spazio arioso specialmente in materiale con pannelli zincati possono essere trappole mortali durante un’ondata di caldo.

 

Se il tuo pollaio è coperto su tre o tutti i lati e non ha uno spazio nella parte superiore per far fuoriuscire il calore, prendi provvedimenti, ad esempio, uno spazio di 15/20 cm lungo il perimetro sporgente rimuove efficacemente il calore intrappolato in un pollaio.

Pascolo di alcuni animali con abbondante zone ombrose.

Inoltre è consigliato avere un accesso esterno con zone di ombra per un buon sollievo degli animali.

Se non sei sicuro che il pollaio abbia una ventilazione sufficiente, controllalo di notte e vedi se i polli sembrano accanldati e stressati anche la sera.

Le temperature notturne sono importanti quanto quelle diurne, poiché le notti calde sono molto stressanti per i polli. Sarai sorpreso di quanto calore genera anche un paio di galline. Assicurati che abbiano uno spazio adeguato per posarsi in modo che non siano schiacciati insieme.

3. Controlla il pavimento del pollaio

Vedo molti progetti di pollai con pavimenti in rete metallica, Questi design sono eccellenti per la protezione dai predatori, ma è necessario averli all’ombra nelle giornate calde.

4. Aiuta con integratori multivitaminici

Ci sono prodotti vitaminici per lo stsress dei polli, e questi prodotti possono seriamente aiutare i nostri pennuti nelle giornate più calde, cambi di stagione, muta, per le uova etc.. Insomma prodotti che funzionano per più cose. Io ho usato questi prodotti e che funzionano benissimo. Quiko Vitacombex H oppure la RoehnFried vitamina ADEC per questi periodi di maggiore stress, e per quelli citati sopra.

5. Lascia che i tuoi polli razzolano liberamente

Nei periodi dai 35-40 °C, permetti alle tue galline di ruspare libere se puoi è fondamentale, avendo cura di avere zone con ombra, si troveranno naturalmente la parte più fresca del giardino. Se hai un piccolo pollaio mobile ovviamente lo gestisci meglio e lo sposti all’ombra.

6. Facile accesso all’acqua

Rendi il più semplice possibile per loro l’accesso alla loro acqua. Ad esempio, se i polli sono liberi in ampio cortile, sposta o inserisci più punti acqua in zone di ombra e possibilmente fresca.

  • (Puoi raffrescare l’acqua con metodi come spiegato sopra).

7. Garantire nidi e trepoli bassi

Come sappiamo, l’aria calda sale. Quindi l’abbassamento dell’altezza del trespolo (rispetto all’altezza del pollaio) aiuterà. Anche i nidi dovrebbero essere posizionati più bassi a livello del suolo per una maggiore freschezza.

Una gallina può impiegare fino a 40 minuti per deporre un uovo, è quindi può restare tanto tempo in un nido a soffrire il caldo, o addirittura rischiare.

E se non hai alberi ombrosi nel tuo giardino?

cerca di prendere provvedimenti, aggiungi tipo un tocco di vernice

Imbiancare o dipingere superfici bianche per riflettere il sole, principalmente i tetti, non è un concetto nuovo, ma può ridurre la temperatura interna del tuo pollaio.

Isola il pollaio

 

Ancora meglio, tipo come in foto, costruire una barriera a muro di balle di paglia (qualsiasi) contro il lato ovest del tuo pollaio, ridurrà drasticamente la temperatura. Puoi anche ricoprire di balle, tipo “piastrellare” il tetto, e poi fissare con fascie di corde etc., insomma bisogna inventarsi per ripararsi, (ci fa pure rima).

Ognuno ha esigenze diverse, ma per piccoli pollai questi sono spunti che possono funzionare bene.

Qualcosa pur dovresti fare, costruisci zone ombrose usando tipo teli ombreggianti possono aiutare.

Ed è così che i polli si possono mantenere freschi, comodi e al sicuro in condizioni di caldo estremo.


Per chiudere, nessuno conosce il tuo gregge meglio di te! Quando arrivano le temperature così estreme, monitorali e rispondi con la tua migliore capacità, prendendo spunti e consigli citati magari. Forse ti farò ridere ora, ma in tanti lo hanno fatto, se hai pochissimi capi e magari vedi che soffrono abbastanza e non sai come reagire a questo temperamento, portali dentro in un seminterrato, cantina etc, in posti freschi nei periodi brutali di caldo in eccesso.

Ci auguriamo che la nostra guida alla sopravvivenza all’ondata di caldo per i polli da cortile vi abbia dato alcuni ottimi consigli per imparare a ridurre lo stress da caldo.

Se ho dimenticato, oppure opti a qualche altra strategia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome